Di parte.

In senso generale amo tutte le piante.

Al lato pratico no.

Anzi: alcune di esse mi piacciono proprio poco. O meglio trovo orrido il modo in cui vengono normalmente impiegate.

CINDERELLA’S LIST:

1. Begonia. Eccola la poverina che impaurita e  piantata a formare accozzaglie di colore, adorna i vialetti metropolitani. Utilizzata come piantina-spartitraffico le si ruba l’anima.

2. Palma. E qui apro un inciso: le palme all’interno di un contesto mediterraneo, sono straordinarie. I giardini moreschi insegnano e la loro bellezza è indiscussa. A parte ciò, la trovo di una tristezza straordinaria (ad esempio) se utilizzata nei nostri giardini nordici e metropolitani, magari in abbinata vincente con un bel “Cedrus Atlantica”. Addirittura ridicola diventa piantata nelle corti delle case di campagna, vicina a pollai e con vista sui filari di peschi.

3. Photinia. Oh my God! E lo dico proprio con spocchia e due dita di puzza sotto al naso. Siamo invasi dalla “photinia x fraseeri red robin”. Siepi su siepi su siepi di lucida photinia dai ciuffetti color lampone. “E’ così orginale!” Dice l’acquirente tipo; accingendosi a piantarla con lo sfondo della sua casa di mattoni rossi, e per compagnia un “prunus cerasifera pissardii nigra” (foglie bordeaux). Costui avrà certamente le piastrelle con le pere in cucina, sulla tavola solo tovaglie plastificate a colori sgargianti ed alle finestre tendine di nylon leggero piene di coccarde. Questa persona è pericolosamente conformista, non originale. Originale potrebbe essere usare questa pianta in modo diverso che non la siepe. Provare per credere.

Photinia x fraseri red robin. La foto non è mia. Grazie web ti voglio bene.

Photinia x fraseri red robin. La foto non è mia. Grazie web ti voglio bene.

4. Forsythia. Eccola lei. Arrivata nei nostri giardini tanti anni prima dell’avvento della p. fraseeri, viene ora utilizzata possibilmente in abbinata. Arbusto potenzialmente straordinario visto il vigore, ha origine nel far east (termine ora abusato dalle grandi aziende per non dire “Cina”), e ti segue fedele ed instancabilmente negli anni. Se hai un giardino, smettila di potarla orrendamente. Non legarla: non ci crederai ma non è un salame. Lasciala crescere e strabordare. Dalle spazio, e ti troverai un cespuglio di proporzioni epiche e simile ad una creatura mitologica. Un sole d’oro sempre acceso in giardino.

Forsythia. La foto non mia. Grazie web ti voglio bene.

Forsythia. La foto non mia. Grazie web ti voglio bene.

…In definitiva? Cosa accomuna il fatto che a me non piacciono? Ma l’UTILIZZO!

Quando pensate a piantare, fate come la Natura: siate grandiosi. Semplicemente.