Il senso delle piccole cose.

“Come è in basso così è in alto”, un concetto questo che mi ha sempre fatto pensare, sin da bambina.

Si parte dal presupposto che ai due estremi debbano esservi condizioni similari, e d’altronde qualsiasi cosa immensa è composta da piccolezze impercettibili come le molecole. Si pensi al “Bosone di Higgs” la particella subatomica soprannominata “la particella di Dio”. Chapeau.

Ma non essendo un blog di fisica, ed avendo già raggiunto i miei fragili limiti in materia, parlerò di qualcosa di molto più vicino, ma non per questo meno importante: la TUA terrazza.

Non ce l’hai? Siamo in due: nemmeno io.

Posseggo però tre davanzali, i quali sono fortunatamente disposti sulla stessa parete in modo da donare una bella visione di insieme.

E cosa ci mettiamo nel TUO terrazzino e sul mio davanzale?

1. Controlla l’esposizione. Sarebbe a dire che se il tuo aspirante giardino pensile è teatro di caldo infernale e di quando in quando ci becchi lo spirito di Dante intento a scrivere sublimi sonetti sui dannati, il tuo terrazzino è esposto a sud. In senso agricolo/orticolo/botanico, la famosa “ESPOSIZIONE” altri non è che la collocazione del luogo rispetto all’irradiazione della luce solare. Luoghi esposti a nord per esempio sono ideali per tutte quelle piante che non temono l’ombra e che si brucerebbero col sole. Tieni sempre presente che il fattore esposizione, va sempre di pari passo con il fattore TEMPERATURA, per cui per piacere se abiti a Roma e sei esposto a SUD non mettere MAI un rododendro o una ortensia. Ok?

2. Scegli la giusta essenzaper piacere ricorda che le piante hanno una fisiologia molto più simile alla nostra di quello che credi. Ci sono persone che amano le spiagge assolate del mare ed altre i boschi ombrosi della montagna; l’una non sarà mai felice nei panni dell’altra. Ogni cosa va messa nella giusta luce. E per questo ti darò qualche dritta orientativa:

PIANTE DA OMBRA/MEZZ’OMBRA: e con OMBRA non intendo una cripta, parliamo di ombra con un buon quantitativo di luce (ricordi quella cosa chiamata “FOTOSINTESI”?). Non osare mettere la tua pianta al buio.

Felci ( es. Adiantum Venustum) , ortensie (es. Hydrangea Macrophylla), Dicentra (Dicentra Spectabilis), Hosta..

PIANTE DA SOLE: rose, Hemerocallis, Echinacea Purpurea, lavanda, Eryngium planum..

Come consiglio generale tieni presente DOVE abita la tua pianta in natura!

Prova, sperimenta e fai tutto con serenità: a volte basta solo un pò di buonsenso e potrai avere il tuo angolo profumato dove fare straordinarie colazioni e prendere raffinati aperitivi. E se il terrazzino è proprio molto piccolo va bene lo stesso: stare vicini vicini aiuta le relazioni tra simili. E se sei sola avrai le piante e comprenderai di essere in ottima compagnia!

Echinacea Purpurea ed Eryngium Planum

Annunci

api svolazzanti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...